Vivi in armonia! Mantieni corpo e mente, sani e flessibili

CRANIO SACRALE IN GRAVIDANZA

CRANIO-SACRALE

E’ una Tecnica del Benessere, complementare alla terapia e successiva a diagnosi medica. E’ una tecnica di palpazione delicata e non invasiva rivolta al sistema cranio-sacrale,di solito la pressione non è più pesante di cinque grammi (moneta 10 centesimi). Il sistema Cranio Sacrale e’ un sistema idraulico fisiologico. Il suo nome deriva dalle ossa associate al sistema: le ossa craniche, del viso e della bocca e quelle della colonna vertebrale fino all’osso sacro.

 

CRANIO-SACRALE IN GRAVIDANZA  E POST

Nessun viaggio nella vita è più prezioso, naturale o complesso di quello di concepimento, gravidanza e nascita. Quest’esperienza può essere una prova per tutta la famiglia, intesa come unità. Il corpo della donna si adatta meravigliosamente durante la gravidanza e si prepara per il parto.

Il processo del parto è come un ponte fra l’utero e il mondo esterno.

La Tecnica Cranio-Sacrale accompagna le mamme verso una gravidanza il più confortevole possibile, creando allo stesso tempo, un ambiente accogliente per il feto e fornendo le migliori condizioni per un parto facile e naturale. Il corpo cambia rapidamente in questi mesi e i tessuti devono adattarsi continuamente alle nuove posizioni e dimensioni, a volte causando dolore pelvico alla base della schiena.

 

Tensioni soprattutto nella zona pelvica, possono influenzare il sistema nervoso della mamma e possono contribuire al dolore, sinusite, stanchezza, meno energia, sbalzi d’ umore. Aiutare i tessuti a rimanere morbidi e ad adattarsi al cambiamento può essere molto utile per il benessere delle madri e per una corretta posizione del feto durante la gravidanza e il parto. La Cranio-Sacrale aiuta la mamma e il bambino a connettersi e rilassarsi .

 

Anche dopo il parto aiuta e sostiene il ritorno del corpo alla normalità e facilita l’ammorbidimento delle cicatrici in caso di taglio cesareo. La cranio-sacrale può anche essere un semplice time out per le madri, un tempo d’importante rilassamento.

 

PUBALGIA: Cos’è e come lo YOGA ti AIUTA

SOFFRI DI PUBALGIA?

 Cosa e’ la Pubalgia?

La pubalgia è una sindrome dolorosa che interessa la regione addominale, pubica e crurale. Il dolore di media entità in questa patologia si localizza prevalentemente nella zona inquinale, sul pube o all’interno della coscia. La pubalgia è una mioentesite che interessa i punti di inserzione sull’osso pubico di diversi muscoli: adduttori, pettineo, piramidale, retti addominali, obliqui addominali e trasversi addominali. Il punto critico di queste inserzioni muscolari è la sinfisi pubica che rappresenta la zona in cui le forze ascendenti e discendenti dei muscoli coinvolti si scaricano.

adduttore2

 

Possibili cause

  • rapporto fra i denti, la malocclusione e la postura. La presenza di eventuali precontatti crea tensioni muscolari che attraverso l’articolazione temporo-mandibolare vengono trasmessi al sistema muscolo articolare al collo e del tratto cervicale con successive ripercussioni su tutto il sistema posturale.
  • Asimmetria degli arti inferiori , tutto ciò condiziona il normale equilibrio della muscolatura degli adduttori (muscoli interno coscia) con un carico maggiore o minore su uno o sull’altro muscolo;
  • Un appoggio del piede in pronazione (internamente) o supinazione (esternamente) può creare uno squilibro muscolo/articolare che col passare del tempo, quindi con l’aumentare dei carichi di lavoro conducono l’organismo a soffrire;
  • Ginocchio valgo o varo, il valgismo del ginocchio e il varismo possono essere fattori scatenanti della Pubalgia, per tale motivo è opportuno eseguire un attenta analisi ed eventualmente apportare i dovuti accorgimenti.
  • Minor flessibilità ed elasticità a livello dell’articolazione coxo – femorale: non possedere una buona mobilità articolare e flessibilità a livello dell’inserzione dei muscoli della coscia può essere un fattore scatenante la Pubalgia.

 Diverse Forme:

1-  “sindrome retto-adduttoria” che riguarda l’infiammazione dei muscoli che si inseriscono sulla parte antero-superiore dell’osso iliaco è di gran lunga la più frequente; in questo caso, la zona centrale del bacino (osso pubico) viene sottoposta a forti sollecitazioni e tensioni muscolari, provenienti dall’alto (muscoli addominali) e dal basso (muscoli adduttori della coscia) che possono, a lungo andare, creare una patologia da sovraccarico

2- “sindrome sinfisaria” che riguarda il parziale cedimento della sinfisi pubica. La sinfisi pubica è un’articolazione fibro-cartilaginea praticamente immobile che si trova al centro del bacino.

Come lo YOGA ti può AIUTARE?

L’immobilizzazione deve essere evitata

Consigliato un Programma riabilitativo che prevede:

Stretching degli adduttori

Baddha = legato; Kona = angolo

farfallaYogajpg

Posizione della farfalla – Istruzioni:

  • Sedetevi sul pavimento, mantenendo la schiena dritta
  • Divaricate le gambe e piegate le ginocchia
  • Appoggiate le piante dei piedi l’una contro l’altra, e tenetele ferme con le mani. I talloni toccano il pavimento. Avvicina il più possibile i talloni al bacino (non forzare!). Afferra le caviglie.  Non cercare di abbassare le ginocchia: lo farà la forza di gravità
  • Iniziate a muovere le ginocchia, prima verso l’alto e poi verso il basso, imitando il battito d’ali delle farfalle
  • Ripetete il movimento 10 volte
  • Allunga il busto verso l’altro
  • Mantenete la posizione per un paio di minuti
  • Ritornate alla posizione di partenza e ripetete la sequenza altre 5 volte

Benefici
Scioglie l’articolazione delle anche
Stimola gli organi addominali, le ovaie, la prostata, la vescica e i reni
Stimola il cuore e migliora complessivamente la circolazione
Allunga la parte interna delle cosce, l’inguine e le ginocchia
Allevia la stanchezza, i dolori mestruali e la sciatica

Allungamento della catena cinetica posteriore

Schiena_sana

 

  • Sdraiatevi a terra e stendete le gambe. Portate il ginocchio destro al petto, e mettete la cintura sotto il piede per tirare la punta verso di voi (se non arrivate a toccare il prede con la mano)
  • Distendete lentamente la gamba verso l’alto.
  • Distendete la gamba sinistra a terra, premendola contro il pavimento; tenete la cintura con la mano destra e distendete il braccio sinistro a terra.
  • La gamba e il braccio destro vanno mantenuti ben distesi, la schiena dritta, la gamba sinistra con il piede a martello: rilassate il busto, concentratevi sul respiro.
  • Attivate gli addominali per mantenere busto e bacino frontali.
  • Ripete in dinamica per circa 10 cicli e poi mantenere per almeno 5 respiri.

 

Benefici.

Allunga i muscoli posteriori delle gambe e i glutei,

scioglie la rigidità articolare a livello delle anche,

allevia il mal di schiena e i dolori causati dalla sciatalgia.

 

Rafforzamento degli addominali bassi

Potenziamento dei muscoli retroversori del bacino

 

La pratica quotodiana di asana e respiro aiuta il tuo corpo a ritrovare il suo equilibrio.

L’affiancamento di Tecniche di Cranio- Sacrale, Osteopatiche, Fisioterapiche ….può attivare le risorse del corpo e favorire una migliore guarigione.

MIGLIORARE LA SCIATICA IN GRAVIDANZA CON LA CRANIO-SACRALE

Abbiamo la prima mamma iscritta all’evento del 23 Marzo 2013, dimostrazione pratica di cranio-sacrale. E’ al settimo mese della sua seconda gravidanza, e nelle ultime settimane soffre di sciatica e ha difficoltà a camminare per il forte dolore.

COS’E’ LA SCIATICA?

Il nervo sciatico (o ischiatico) è il nervo più lungo dell’organismo umano, parte dal midollo spinale, raggiunge le natiche e la zona delle cosce e serve la parte posteriore delle gambe. La parola sciatica (o sciatalgia) è riferita al dolore che si irradia dal percorso del nervo, cioè dalla schiena verso le natiche e le gambe.


COME MAI   A VOLTE LE DONNE IN GRAVIDANZA NE SOFFRONO?

Spesso le donne in gravidanza ne soffrono, in genere a causa della compressione dell’utero sul nervo sciatico. Talvolta inoltre – quando la sciatica si presenta durante una gravidanza avanzata – sono la postura e il peso del feto a causare tensione muscolare e compressione vertebrale, fino a generare il dolore tipico alle gambe.

È evidente come la gravidanza porti ad una alterazione delle pressioni a carico della cavità addominale e come questa situazione porti di conseguenza a delle reazioni di compenso su tutte le strutture muscolari, legamentari e viscerali contenute in questa cavità. E’ facile immaginare che il peso di questi organi e del feto incrementi la pressione a carico dei dischi intervertebrali della regione lombare e che questi a loro volta subiscano un effetto migratorio verso la regione posteriore dello spazio intervertebrale con conseguente pinzamento delle radici nervose del tratto lombare coinvolto .

CRANIO-SACRALE IN AIUTO

La Tecnica Cranio-Sacrale è una Tecnica del Benessere, non-invasiva, adatta a tutti.

In gravidanza contribuisce a portare la madre attraverso una gravidanza il più confortevole possibile, creando allo stesso tempo, un grande ambiente per il feto e fornendo le migliori condizioni per un parto più facile e naturale.

Tensioni soprattutto nella zona pelvica, possono influenzare il sistema nervoso della mamma e possono contribuire al dolore. Si lavora a livello fasciale. La fascia è un tessuto connettivo che forma un film presente su tutto il corpo dalla testa ai piedi, avvolgendo  organi nervi, muscoli, e tutto il resto. Questo sistema è strettamente connesso con altri sistemi fisiologici, che influenza ed è influenzato, come il sistema nervoso, sistema circolatorio, sistema linfatico, il sistema endocrino, sistema respiratorio e il sistema muscolo-scheletrico. La Tecnica Cranio-Sacrale va a rilasciare le tensioni a livello fasciale con un tocco delicato, non più di 5 grammi

Aiuta i tessuti a rimanere morbidi ed ad adattarsi al cambiamento, è utile per il benessere delle madri ed essenziale per una corretta posizione del feto durante la gravidanza e il parto.

 TESTIMONIAL

Grazie mille, sto anzi stiamo molto meglio. Riesco a camminare senza dolore, lei ha più spazio e io sono molto più rilassata.

 

 E VOI AVETE SOFFERTO DI SCIATICA IN GRAVIDANZA?

COSA AVETE FATTO PER RISOLVERLA?

 

 

SINDROME DI RETT E CRANIO-SACRALE

Abbiamo la seconda famiglia iscritta all’evento di Dimostrazione Gratuita di Tecnica Cranio-Sacrale del 23 marzo 2013 a Milano, presso l’asilo nido di via Gardone 22

 bimbo cst

Una mamma racconta:

“Forse se la nostra bimba fosse stata sana al 100% non avremmo mai conosciuto la terapia di cranio-sacrale come  anche il watsu, e sarebbe stato un vero peccato. Dopo 6 mesi di domande e di angoscia , il 7 gennaio arrivò la “sentenza” per noi e per la nostra bimba: “Giorgia ha la sindrome di Rett”. Così ci disse la genetista nel giorno più brutto della nostra vita”

La Sindrome di Rett è una patologia progressiva dello sviluppo neurologico che colpisce quasi esclusivamente le bambine. La Rett è oggi riconosciuta come la seconda causa di ritardo mentale nelle bambine, con un’incidenza stimata di circa 1/10.000 nati femmina. Si possono osservare gravi ritardi nell’acquisizione del linguaggio e nell’acquisizione della coordinazione motoria. Spesso la sindrome è associata a ritardo mentale grave o gravissimo. La perdita delle capacità di prestazione è generalmente persistente e progressiva. La sindrome di Rett provoca gravi disabilità a molti livelli, rendendo chi ne è affetto dipendente dagli altri per tutta la vita.

“Qualcosa in noi è scattato, ci ha fatto reagire e spronare nella ricerca di qualsiasi cosa potesse aiutare Giorgia. E’ così che sul web ho trovato Stefania e la Tecnica Cranio-Sacrale.”

La Tecnica Cranio-Sacrale è una Tecnica del Benessere , è basata su un tocco terapeutico, gentile e non invasivo,  rivolto al sistema cranio-sacrale, le membrane e fluidi che circondano e proteggono il cervello e il midollo spinale. Il liquido cerebrospinale scorre nello spazio tra il sistema nervoso centrale ed le membrane che lo circondano. Questo fluido trasporta ormoni, enzimi e anticorpi. E ‘importante indicare un altro organismo chiamato fascia: un tessuto connettivo che forma un film presente su tutto il corpo dalla testa ai piedi, avvolgendo tutti : organi, nervi, muscoli, e tutto il resto. Questo sistema è strettamente connesso con altri sistemi fisiologici, che influenza ed è influenzato, come il sistema nervoso, sistema circolatorio, sistema linfatico, il sistema endocrino, sistema respiratorio e il sistema muscolo-scheletrico. Grazie al tessuto connettivo chiamato fascia il ritmo cranio-sacrale si riflette in tutto il corpo. Possiamo dire che lavorando sul movimento cranio-sacrale e aiutando il movimento fluido del liquido cerebrospinale, significa attivare un processo che coinvolge tutto il corpo, favorendo il benessere.

 “Abbiamo iniziato questo percorso 1 mese e mezzo fa, e nel corso delle settimane abbiamo notato diversi miglioramenti. Giorgia aveva da sempre l’occhio sinistro più chiusi del destro, dopo due sedute l’occhio è andato a posto; le gambe hanno iniziato a reggerla di più, lo sguardo è diventato più attento e più vispo, ha iniziato a mettersi in piedi appoggiata al divano e rimane qualche minuto in piedi da sola! Abbiamo anche risolto il problema dei risvegli notturni ed è tornata a dormire tutta  la notte come ci aveva abituato nei primi 4 mesi della sua vita.

Credo che sia un percorso importante, bello e sentito da tutti i punti di vista! Ora siamo alla terza sessione e sicuramente continueremo sperando che anche i progressi e i miglioramenti da parte di Giorgia continuino. Ringraziamo Stefania per la sua professionalità, dolcezza e disponibilità.” Mamma Laura, Papà Omar e la piccola Giorgia

Ringrazio Laura e Omar per il coraggio e la volontà che hanno dimostrato e continuano a dimostrare nel vivere questa situazione come un percorso e un opportunità di crescita spinti dall’amore per la piccola Giorgia. Auguro a Giorgia di poter sempre continuare a migliorare la qualità della sua vita.

E voi, avete dei bimbi diversamente abili?

Qual è la vostra esperienza?

A presto Stefania

338-5682362

REFLUSSO & Cranio-Sacrale

CHE COSA E’ IL REFLUSSO?

È la risalita in esofago del materiale acido proveniente dallo stomacoNei neonati si manifesta con rigurgito ed emissione di saliva, muco e latte dalla bocca.

In genere compare nei primi 10 mesi. Di solito è presente in forma lieve. E, nella quasi totalità dei casi (circa il 95%), scompare spontaneamente entro 18-24 mesi. In qualche caso (circa il 30%) può durare fino ai 4 anni. Le complicanze nei bambini sono piuttosto rare. Si hanno solo nel 5% dei casi . In genere è spesso accompagnato da pianti, inarcamenti della testa all’indietro e contorcimenti vari.

 

QUANDO SI PRESENTA E PERCHE’?

Il reflusso gastroesofageo è in grado, come le coliche, di mandare in tilt completo un genitore perchè compare nelle prime settimane di vita, perchè influisce negativamente sulla salute e sul comportamento del proprio figlio, perchè nella maggior parte dei casi toglie il sonno a neonato e genitori

Il reflusso non ha niente a che vedere con la digestione! Tanto meno con una non digeribilità del latte materno!

Spesso il reflusso si presenta in un bambino che ha avuto un parto traumatico ( troppo lungo, troppo veloce, cesareo, forcipe, ventosa…) in questi casi qualche sessione da un professionista cranio-sacrale  pediatrico  può aiutare a risolvere il problema.

 

COSA SUCCEDE NEL PROCESSO DEL PARTO?

 Il processo di nascita si può essere tanto difficile ed esigente per il bambino come lo è per la madre. Durante il parto il bambino deve trovare la sua strada verso il mondo esterno.

Durante il processo di nascita, la testa del bambino subisce schiacciamenti e allungamenti per passare attraverso il bacino della madre. È’ normale che le ossa craniche si sovrappongano tra di loro, le due ossa parietali, nel tentativo di recuperare spazio tendono a sovrapporsi leggermente sfruttando la plasticità delle strutture nel neonato .

Una volta che la testa fuoriesce, queste ossa vanno incontro ad un processo noto come “esplosione cranica”, ovvero le due ossa parietali si ri-espandono e riprendono le loro fisiologiche posizioni. In questo processo può capitare che i rapporti articolari tra i parietali e le contigue ossa craniche quali i temporali e occipite, subiscano delle modificazioni posizionali o, comunque, vadano incontro a degli attriti.

Dopo la nascita, tali scostamenti nel cranio del bambino non dovrebbero persistere. Se non si auto-correggono (sbadigli –pianti-allattamento) , possono interferire con una corretta funzione dei nervi cranici, che porta a coliche, difficoltà di respirazione, deglutizione, deficit motori o sensoriali, problemi digestivi e molto altro ancora…

NERVO VAGO

nervi cranici

 Dal cervello partono 12 paia di nervi cranici, che proseguono sul lato destro e sinistro del corpo. Il nervo vago o nervo craniale X è il più lungo, importante e ramificato nervo craniale dell’intero sistema nervoso parasimpatico e partecipa alla regolazione delle funzioni di quasi tutti gli organi interni. Il nervo vago controlla alcuni muscoli, nonché la laringe, la faringe, una parte dell’apparato esterno dell’udito, il cuore, i polmoni, lo stomaco e l’intestino.

Una delle funzioni del nervo vago è quella di stimolare la produzione dell’acido gastrico, nonché regolare le fasi della digestione, determinando i movimenti dell’intestino (peristalsi)  e dello stomaco.

Dal foro lacero posteriore, delimitato dalle ossa temporali e dall’occipite, passa il nervo vago ovvero colui che innerva lo stomaco e ne gestisce di conseguenza l’attività,.

che cosa succede se voi mettete un piede su una pompa d’acqua nel momento in cui l’acqua arriva a valle? O meglio, che cosa potrebbe succedere al vostro stomaco se vi è una piccola compressione del nervo vago a monte?

Che cosa può succedere ai neonati  se, a causa di un difficile parto le ossa non sono state in grado di ri-epandersi ed auto-corrergersi e provocano un compressione sul nervo vago?

 

CRANIO-SACRALE

 La Tecnica Cranio-sacrale è una Tecnica del benessere. Lavora sul movimento cranio-sacrale: le membrane meningi che avvolgono il sistema nervoso centrale, il liquido cerebrospinale contenuto nelle membrane stesse e le ossa che sono collegate: cranio e l’osso sacro. Tramite semplici tocchi, non più pesanti di 5 grammi, va a rilasciare eventuali tensioni a livello fasciale. Il risultato è un sistema nervoso centrale, libero da restrizioni e un corpo capace di tornare al suo stato di salute migliore.

Come quando togliete il piede dalla pompa, cosa succede? l’acqua è in grado nuovamente di arrivare a valle a pieno regime.

Una sessione di Tecnica Cranio-Sacrale viene praticata  in un ambiente accogliente, mettendo il neonato a proprio agio: n braccio ai genitori, sul lettino, su un cuscino, mentre gioca o viene allattato.

Qual è la vostra esperienza?

Avete mai provato la cranio-sacrale?

Ad ogni modo è sempre consigliato consultare il vostro pediatra.

FASCIA – TESSUTO CONNETTIVO

La ricerca continua e sembrerebbe cheil nostro tessuto connettivo – risulta essere il nostro più grande (e più trascurata) organo!

Approfondendo la nostra comprensione del corpo come matrice di energie elettromagnetica, abbiamo scoperto  che la fascia o il tessuto connettivo (struttura di guaina e di interconnessione nel nostro sistema circolatorio, sistema nervoso, sistema muscolo-scheletrico, apparato digerente, organi e cellule ) è in realtà un sistema di comunicazione energetico.

FASCIA


Il collagene che costituisce la maggior parte del tessuto connettivo nel corpo è un  liquido di natura cristallina. I cristalli Liquidi -noti per essere semi-conduttori – sono in grado di condurre l’energia nel modo in cui il sistema di cablaggio in casa conduce elettricità. Essi sono anche in grado di inviare, ricevere, archiviare e amplificare i segnali di energia – come la connessione a Internet ad alta velocità.

Siccome la  fascia interconnette ogni sistema del corpo – fornisce una serie di informazioni e il trasferimento di energia che va al di là di origini puramente chimiche. In altre parole, mentre noi abbiamo tradizionalmente pensato alla comunicazione nel corpo come meccanica (una molecola chimica che si inserisce in recettore come una chiave in una serratura), ci rendiamo conto che possiamo aprire la serratura più velocemente con l’energia (come dispositivi di controllo remoto).

Connessione Energertica

Queste scoperte hanno portato James L. Oschman, nel suo libro “Energy Medicine in Therapeutics and Human Performance”, a suggerire che la FASCIA è un organo intelligente di comunicazione che sta “conducendo segnali elettromagnetici non solo nel corpo, ma dal campo di energia cosmica dell’ universo nel corpo e dal corpo nel campo “.

 Possiamo quindi dire che la perdita di mobilità all’interno del tessuto connettivo limita il flusso di energia e quindi di informazioni ai vari organi, cellule e apparati. Come se la rete internet a casa fosse scollegata! Se l’informazione è bloccata ecco i primi sintomi di un disagio, che possono diventare malattia.


Lo YOGA  utilizza delle posture da mantenere a lungo e il respiro profondo allo scopo di aprire e liberare i posti più stretti nei nostri corpi – tessuto connettivo, articolazioni e legamenti tendini – che sono diventati limitati attraverso lesioni, stress ripetitivo, cattive abitudini posturali e traumi anche emotivi.

La CRANIOSACRALE lavora sulle fasce per ridare mobilità e spazio al corpo, soprattutto intorno al cervello e al midollo spinale, rilasciando tensioni fisiche ed emotive.

Riequilibrando e ripulendo il nostro circuito energetico incoraggiamo la libera circolazione delle informazioni e cosi anche  il nostro flusso di energia vitale, attivando il processo dell’ auto-guarigione

CARNE SI O CARNE NO?

A volte succede nella nostra società che ci interrogghiamo se continuare a mangaiare carne o se passare ad altri tipi di cibi vegetariani.

CARNE

Personalmete è da almeno 10 anni che alterno periodi di veganesimo a periodi dove reintroduco la carne. Non ho mai voluto sforzarmi di fare una scelta, ho cercato di seguire il mio istinto, seppur col mio lavoro conosco l’importanza del cibo e della sua qualità per il  nostro corpo. Sono stata via da milano quasi due mesi per vacanze-lavoro e son stata in luoghi ancora semi-incontaminati dall’uomo. Superato l’adattamento iniziale dalla città caotica, stressata e che odora di smog all’isoletta tranquilla, colorata  e piena di vegetazione, il corpo ha iniziato a lasciar andare e a ritornare al suo normale ritmo biologico. Restando in tema il risultato è stato che tornata a milano sono andata al supermercato a fare la spesa ed è stato uno shock. Il cimitero della carne e il giardino dei surgelati. Se siamo quello che mangiamo non sarà poi strano che siamo una società in crisi.

Da un punto di vista scientifico: Siamo ancora fatti per mangiare carne?
C’è chi dice che con l’evoluzione delle specie non abbiamo più tutti gli enzimi necessari per digerire la carne e dovremmo eviatre di consumarla.Inoltre un tempo la carne venive cacciata: era fresca, consistente, senza tossine. Oggi la carne cresce in contenitori 4×4, piena di antibiotici dalla nascita perchè l’azienda non si può permettere di perdere bestiame. Uccisa in grande massa anche se sono animali realizzano che stanno andando al macello, e come noi essere umani abbiamo paura della morte cosi anche loro. Questa  emozione crea degli ormoni che vengono rilasciati nel sangue della carne che noi poi mangiamo. Ed infine subisce un lungo processo di distribuzione nelle macellerie o nei supermercati. Ora la domanda è: Siamo sicuri di mangiare carne? Da quanto tempo ormai è morta prima di arrivare nelle nostre cucine? E’ un alimento ricco si proteine e sostanze nutrienti?
E’ sicuramente dimostrato che un elevato consumo di carne aumenta la rabbia, la frustazione negli individui e in alcuni casi l’eccessivo consumo contribuisce al tumore al colon.

Poi c’è la visione spirituale che considera gli animali esseri viventi e che nessuno ha il diritto di uccidere per cibarsi, visto che ad oggi non c’è più questa necessità. Personalmete considero vivo qualsiasi elemento si trova in  natura, dalla verdura alla frutta, dai sassi all’acqua, quindi non entro in merito di questa distizione.

E voi cosa ne pensate  qual’è la vostra esperienza?

Un film che vi consiglio di vedere è “Il Pianeta Verde”del 1996, ironico e semplice fornisce uno spaccato realistico della nostra società.

SALUTO AL SOLE

saluto al sole

Il Saluto al Sole è una sequenza fluida di posture che ottiene il pompaggio del cuore , aumenta la circolazione sanguigna , aiuta e migliora il sistema linfatico e immunitario . Esso fornisce il corpo con un completo lavoro di un’analisi approfondita . Le posture fluiscono uno nell’altro con l’uso del respiro (vedi schema sopra ) . Questo genera calore nel corpo che agisce come una disintossicazione per purificare l’intero sistema corpo . Il focus sulla consapevolezza del respiro aiuta anche a disintossicare la mente . Questa sequenza può essere rallentata e trasformata in una meditazione in movimento tenendo ogni posa per esempio per un conteggio di tre respiri dentro e fuori . Eseguita prima cosa la mattina può davvero aiutare a dare forza per la giornata .

Vantaggi del Saluto al Sole :

( Figura 1) Tadasana- montagna
presa a terra , che consente di costruire un corretto allineamento del corpo , aumenta la consapevolezza del corpo e consente di trovare la forza interiore.
( Figura 2)Flessione indietro
aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e funzionale dell’addome , apre il torace e migliora la capacità polmonare . Contribuisce a sollevare l’umore e può aiutare con la depressione lieve .
( Figura 3 ) Flessione in avanti
porta a piena lunghezza la vostra spina dorsale , allunga i muscoli posteriori della coscia , polpacci e fianchi , permette messa a fuoco interna e calma la mente .
Figura 4 ) Affondi
In grado di migliorare le prestazioni atletiche , lavorano sui glutei , aumentano la forza del quadricipite e creano una maggiore flessibilità , forza e resistenza nei fianchi.
( Figura 5 ) Plank pose-panchina
lavora sui muscoli della braccia, spalle , torace e addome . È un esercizio che aiuta a prevenire osteopenia o osteoporosi .
( Figura 6 ) Ginocchia , petto e mento o Chaturanga Dandasana .
Questa posa aumenta la flessibilità della colonna vertebrale e del collo e apre il torace stirando i muscoli pettorali . Aiuta a rafforzare la braccia, spalle , gambe , addome e schiena .
( Figura 7 ) Cobra
Allunga il busto , torace , polmoni , addome , spalle e rafforza i glutei . Aprire il torace può sollevare il vostro spirito e l’umore generale oltre che migliorare la respirazione .
( Figura 8 ) rivolta verso il basso- cane
E’ una inversione . Le inversioni aiutano a calmare la mente e aiuta ad alleviare lo stress e la depressione lieve . Si estende tutto il corpo – mani , spalle , schiena , femorali , polpacci e piedi. Aiuta a prevenire osteopenia o osteoporosi . Aiuta anche ad alleviare il mal di testa , insonnia , mal di schiena e stanchezza .

yoga per collo e schiena

PRATICA YOGA PER MIGLIORARE COLLO E SPALLE ROTAZIONE DELLE SPALLE

COME SI ESEGUE
In piedi, piedi paralleli aperti tanto quanto il bacino, ginocchia flesse. Collo diritto. Occhi chiusi.
Corpo rilassato.
MANTENIMENTO
1A-Lascia le braccia abbandonate lungo il corpo. Porta l’attenzione alla spalla dx: Inspira
sollevandola con un movimento molto lento e circolare, e spira abbassandola. Ripetere x 5v
contando 5 secondi di inspirazione e 5 secondi di espirazione. Prima da davanti a dietro, poi da
dietro a davanti. Ripetere poi con la spalla sin.
1B-Porta le mani sulle spalle e lavora in contemporanea con entrambe. Durante l’inspiro solleva
le spalle il più possibile e portale vicino alle orecchie, durate l’espiro portale indietro e cerca di
avvicinare il più possibile le scapole fra loro. Fai almeno 10 rotazioni in apertura e poi inverti e
fai 10 rotazioni dall’altra parte contando 8 secondi di inspirazione e 8 secondi di espirazione..
Cerca di fare il cerchio più grande possibile.
2A_ Porta le mani sul bacino e fai delle rotazioni a dx e sin, le ginocchia sono flesse. Partendo
dal sacro, ascolta la rotazione risalire tutta la colonna. Espira ruota e quando inspiri ritorna al
centro per poi andare dalla parte opposta. Ripetere x 5v contando 8 secondi di inspirazione e 8
secondi di espirazione.
2B_ Porta le mani sul bacino , le ginocchia sono flesse, fai delle rotazioni complete del bacino. Il
movimento è lento e continuo come il tuo respiro. 5 volte in senso orario e 5 volte in senso
anti-orario.
BENEFICI
Miglioramento dell’articolarità della colonna vertebrale e e prevenzione della degenerazione
dei tessuti ossei e degli spazi intervertebrali. Allungamento muscoli .
CONTROINDICAZIONI
Nessuna

ROTAZIONE COLLO DX E SIN

COME SI ESEGUE
In piedi, piedi paralleli aperti tanto quanto il bacino, ginocchia flesse. Cervicali allineate, mento
rientrato.
MANTENIMENTO
Dal centro durante l’espiro ruotare la testa verso destra lentamente. Durante l’inspiro rimani
ferma e poi prosegui fino alla massima escursione articolare. Per ritornare indietro durante
l’inspiro torna lentamente e poi esegui dall’altro lato. Almeno 5v a dx e 5v a sinistra.
Prendere coscienza della rotazione di ogni singola vertebra e ruotare il capo progressivamente,
dall’ultima vertebra cervicale in su. Rilassare i muscoli che non intervengono nel movimento e
che vengono allungati. Localizzare il movimento al collo, non muovere il busto e le spalle.
BENEFICI
Miglioramento dell’articolarità della colonna cervicale e prevenzione della degenerazione dei
tessuti ossei e degli spazi intervertebrali. Allungamento muscoli .
CONTROINDICAZIONI
Nessuna

PENDOLO

COME SI ESEGUE
In piedi, piedi paralleli aperti tanto quanto il bacino, ginocchia flesse. Cervicali allineate, mento
rientrato.
MANTENIMENTO
1-Durante l’espiro fletti la testa lateralmente verso destra, in modo da avvicinare l’orecchio alla
spalla. Durante l’inspiro ritorna col capo eretto. Quindi eseguire allo stesso modo dall’altro lato.
Esegui sempre con movimenti lenti e controllati. Minimo 5 volte per lato.
2-Poi resta nella posizione per almeno 5 respiri a dx e poi a sin, con la mano aiuto l’orecchio ad
avvicinarsi alla spalla.
3- Rotazione completa: il collo gira lentamente seguendo il respiro, il resto del corpo deve
rimanere immobile. Almeno 5 Giri in senso orario e 5 in senso antiorario. Ascolta il movimento
di tutte le vertebre del collo. Se soffri di giramenti di testa tieni gli occhi aperti, altrimenti chiusi.
BENEFICI
Miglioramento dell’articolarità della colonna cervicale e prevenzione della degenerazione dei
tessuti ossei e degli spazi intervertebrali. Allungamento muscoli .
CONTROINDICAZIONI
Nessuna

Il gesto di SARDULI

IL GATTO

SARDULI, la mitica madre delle tigri, rappresenta la flessibilità e la forza
.COME SI ESEGUE
– Mettiti carponi a quattro zampe. Le mani aperte come la misura delle spalle e le ginocchia
come le anche. La distanza fra le ginocchia e i polsi corrisponde alla lunghezza del busto. Le
mani sono rivolte in avanti, i piedi indietro.
– Inspirando, solleva la testa, guardando il cielo e inarcando la schiena verso il basso,In questa
fase, rilassai glutei.
– Espirando sollevare la regione sacrale (antiversione bacino), ritrarre l’addominale, incurva la
schiena e porta il mento a guardare verso l’ombelico. In questa fase i glutei si stringono.
MANTENIMENTO
L’esercizio si può ripetere più volte. Ti consiglio di fare almeno 10 cicli di respiro. Il respiro deve
essere lento
BENEFICI
Aumenta la normale capacità respiratoria. Toglie il mal di schiena, elasticizza la colonna
vertebrale, e tonifica i muscoli del busto e gli organi addominali e i nervi spinali. Cura la stipsi.
Tonifica l’apparato riproduttivo.
CONTROINDICAZIONI
Nessuna.

Il gesto della devozione

COME SI ESEGUE
– Partendo dalla posizione dell’esercizio precedente, distendi le braccia e cerca di toccare il
suolo con il mento. Poi vai a sederti sui talloni e rilassa il corpo. Porta il respiro sopratutto nella
zona lombare.
MANTENIMENTO
Tieni La fase di trazione continuando a respirare profondamente. Almeno 10 respiri, e puoi
tenerla quanto vuoi.
BENEFICI
E’ utile per la colonna vertebrale, per l’artrosi e per il mal di schiena. Rilassa la schiena stanca,
tonifica gli organi addominali interni, toglie dolori alla testa e all’addome.
CONTROINDICAZIONI
Nessuna

TADASANA (montagna)

COME SI ESEGUE
– Portati in piedi. Piedi uniti, Gambe tese, busto eretto, braccia lungo il corpo, spalle morbide.
MANTENIMENTO
Ascolta il peso del corpo scaricato uniformemente sui due piedi. Porta l’attenzione alla colonna
vertebrale e immagina che sia attraversata da un filo, cerca di stendere questo filo il più
possibile. Resta immobile almeno 15 respiri.
BENEFICI
E’ utile per aumentare la forza fisica e mentale. Irrobustisce la schiena e le gambe.
CONTROINDICAZIONI
Nessuna

PRENDERSI IL RISCHIO DI VIVERE DEMO

PRENDERSI IL RISCHIO DI VIVERE seminario Equino facilitato condotto da Deidre Kennedy (EGALA: Coach Equino, CST: facilitatore craniosacrale) e tradotto in simultanea da Stefania Grappeggia (CST: facilitatore craniosacrale)
Prossimi seminari 4-5 Ottobre 2014 @ the world of the horse, cascina diavolo dei boschi, tortona

Andare oltre il disordine mentale interno e connettersi con il proprio vero sé.
– Muoversi da meccanismi che per te non funzionano e creare nella tua testa una nuova direzione con chiare intenzioni.
– Far fluire il flusso di energia verso i tuoi sogni, piuttosto che lontano da loro.
– Lasciare andare ciò che non serve più e portare i tuoi sogni in forma con delle azioni ispirate.
– Abbracciare l’immensa felicità, sentendo scintille di gioia che ti accendono e riempiono.
– Risvegliare il potere della tua bellezza e sentirsi veramente “abbastanza” .
– Transcendere e diventare radioso, vibrante, pieno di vitalità, pieno di coraggio di vivere !

ARGENTO COLLOIDALE

L’argento colloidale è conosciuto da molto tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà.

Prima dell’avvento degli antibiotici nel 1938 l’argento colloidale era considerato come uno dei fondamentali trattamenti per le infezioni. E’ stato provato essere efficace contro 650 tipi fra germi, funghi e virus patogeni., a confronto degli antibiotici chimici che lo sono contro circa una mezza dozzina

LE PIÚ IMPORTANTI QUALITÁ.

Aiuta a ridurre le infiammazioni e favorisce la stimolazione della ricrescita dei tessuti danneggiati.
È un rimedio per le infezioni
Favorisce un rapido risanamento
Aiuta a rinforzare le naturali difese del corpo
Ricavato dall’ elemento minerale purissimo: l’argento (non contiene sostanze chimiche).
Può essere utilizzato anche contro le malattie dell’apparato respiratorio, raffreddore, tosse, influenza, polmonite, sinusite e anche cistite, gastrite, artrite reumatoide ecc…
CARATTERISTICHE DINAMICHE.

Uno dei migliori e più sicuri antibatterici generali conosciuti.
Sicuro nell’utilizzo, anche su bambini.
Non si sono registrate incompatibilità dell’uso con altri farmaci.
Senza odore né sapore, sicuro anche per l’uso negli occhi e orecchie.
L’organismo non sviluppa dipendenza o intolleranza.
UNICO AVVERTIMENTO:

Donne in gravidanza o persone allergiche ai minerali-traccia dovrebbero consultare un medico prima di assumere il prodotto.

USO INTERNO:
L’Argento colloidale distrugge gli agenti infettivi con una piccola quantità e perciò è sufficiente un dosaggio minimo.

Gli adulti ne possono assumere 1 cucchiaio sotto la lingua per circa un minuto, poi deglutire e quindi bere un bicchiere di acqua o succo di frutta 3 volte al giorno, mentre per i bambini 3 cucchiaini , per un periodo di circa 10 giorni al mese come prevenzione
nel caso di influenze ,bronchiti, tosse di qualsiasi tipo, o in tutti quei casi in cui viene consigliato l’uso di un antibiotico o un antinfiammatorio va usato giornalmente fino anche dopo a scomparsa dei sintomi.
L’acqua può essere purificata aggiungendo mezzo cucchiaio da cucina ogni 3,5 litri, agitare bene e attendere 6 minuti prima di bere.
USO ESTERNO

Applicare su ferite ,verruche, herpes, psoriasi, acne,funghi e infezioni dell’apparato genitale o della pelle o nelle mucose interessate, lesioni aperte come ulcere, e tutte le malattie cutanee con lo spary ,anche più volte al giorno o imbevuto in una garza o cerotto.

Ottimo anche per la disinfezione delle mani,delle stoviglie,sanitari ,rubinetti, maniglie (specie se pubblici, prima del loro utilizzo)

Le informazioni qui riporatate sono a carattere informativo. Per qualsiasi patologia consultare il proprio medico curante.

E tu la conoscevi? se SI lasciaci un feedback. Grazie

Seminario di Terapia Equina Facilitata con Deirdre Kennedy

1212Ciao Amici,

ecco un estratto del seminario di Terapia Equina Facilitata condotto da Deirdre Kennedy (EAGALA, Coach Equino, facilitatore cranio-sacrale, MICST EGE ) e tradotto in simultanea da me!

Ho conosciuto Deirdre quando vivevo in Irlanda nel 2009,, lei era la mia tutor nella formazione craniosacrale Upledger. Da li è nata una profonda amicizia e una collaborazione professionale,abbiamo lavorato insieme nella sua clinica medica in Adare (Co. Limerick) e le facevo da assistente ai corsi introduttivi di Terapia Equina Facilitata in Irlanda.

 

Tornata in Italia organizzo annualmente degli incontri con Deirdre per offrire a tutti questa opportunità di crescita personale e professionale attraverso il cavallo.

Deirdre va a cavallo sin da bambina e la passione per questi meravigliosi animali la porta a studiare sia in Europa sia negli U.S.A per apprendere le migliori e avanguardiste tecniche per il trattamento con i cavalli. Lei lavora con le persone assistita dai cavalli per aiutarle a focalizzare il proprio intento e realizzare il loro vero sé, sia con incontri individuali sia con laboratori di gruppo.

I cavalli vivono nel momento presente e si muovono grazie ad una complessa matrice di consapevolezza sensoriale, per questo hanno una capacità sorprendente di leggere le informazioni negli esseri umani facendo una lettura energetica conscia e non conscia.

Usati in terapia i cavalli possono scegliere di assistere i rilasci del corpo toccandolo in un punto particolare, oppure possono lavorare a distanza rispecchiando cosa sta succedendo internamente / esternamente alla persona. I cavalli sembrano riconoscere i blocchi nel corpo in linea con le aree di disfunzione che inibiscono il funzionamento fisiologico e il flusso libero dell’energia vitale.
I fisiologi ora sanno che nel cavallo ci sono più cellule neurali nell’intestino che in tutta la colonna vertebrale. Come risultato il sistema enterico (sistema nervoso intestinale) può raccogliere informazioni e adattarsi all’ambiente.

Essi basano le loro reazioni su ciò che sentono, non su quello che pensano.

 

I cavalli in un modo molto dolce e straordinario ci offrono riflessioni su noi stessi e sul nostro non-conscio, offrendoci così l’opportunità di vedere come le nostre energie, pensieri, credenze ed emozioni hanno un impatto sulle nostre vite.

 

 

Nei laboratori lavoreremo spostando in avanti la nostra energia e consapevolezza per creare nuovi modi di ‘essere ‘, dei nuovi percorsi, e manifestare la nostra vita al meglio verso l’obbiettivo che intendiamo realizzare nella nostra vita .
“Esplorare i nostri blocchi per poter vivere pienamente” è la possibilità che ci offre il laboratorio equino guidato.

Durante la giornata miglioreremo la nostra presenza vigile e il collegamento con i cavalli, esploreremo temi quali la fiducia, il rispetto, la connessione, i confini e la comunicazione con i cavalli. In questo laboratorio i cavalli ci aiutano a guidarci verso la nostra integrità e la nostra forza innata.

– Andare oltre il disordine mentale interno e connettersi con il proprio vero sé.
– Muoversi da meccanismi che per te non funzionano e creare nella tua testa una nuova direzione con chiare intenzioni.
– Far fluire il flusso di energia verso i tuoi sogni, piuttosto che lontano da loro.
– Lasciare andare ciò che non serve più e portare i tuoi sogni in forma con delle azioni ispirate.
– Abbracciare l’immensa felicità, sentendo scintille di gioia che ti

accendono e riempiono.
– Risvegliare il potere della tua bellezza e sentirsi veramente “abbastanza” .
– Transcendere e diventare radioso, vibrante, pieno di vitalità, pieno di coraggio di vivere !

Recenti studi condotti dall’Istituto di HeartMath forniscono un indizio per spiegare la “guarigione” bidirezionale che accade quando siamo vicino ai cavalli. Secondo i ricercatori, il cuore degli umani ha un campo elettromagnetico più grande e ha un livello di intelligenza più alto del cervello: un magnetometro in grado di misurare il campo energetico del cuore irradia fino a circa 3 metri rispetto al corpo umano. Se questa vibrazione è certamente significativa, è forse più impressionante sapere che il campo elettromagnetico proiettato dal cuore del cavallo è cinque volte più grande di quello umano (immaginate un campo a forma di sfera che vi circonda completamente…circa 15 metri di raggio…). Il campo elettromagnetico del cavallo è anche più potente del nostro e può effettivamente influenzare direttamente il nostro ritmo cardiaco!

In realtà, la ricerca mostra che le persone sperimentano anche altri benefici fisiologici mentre interagiscono con i cavalli, tra cui una diminuzione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, l’aumento dei livelli di beta-endorfine (neurotrasmettitori che servono come soppressori del dolore), la diminuzione dei livelli di stress, ridotti sentimenti di rabbia, ostilità, tensione e ansia, il miglioramento del funzionamento sociale e una maggiore sensazione di potere, fiducia, pazienza e auto-efficacia.

Quelle che avete visto sono alcune foto dell’ultimo seminario, per vedere i video demo dei precenti semininari potete cliccare

su http://www.youtube.com/watch?v=GAk39K4Qvhc

e per vedere come viene abbinata alla tecnoca craniosacrale potete cliccare su http://www.youtube.com/watch?v=Erm0JhtugOw

Per maggiori info e per essere aggiornati sui prossimi eventi contattatemi a stefania.grappeggia@gmail.com

Why Love Matters_ Perch’è l’amore conta

Ciao amici,
Grazie per avermi seguito così numerosi durante lo scorso anno!
Vi auguro un Buon nuovo inzio per questo 2014, che sia ricco e abbondante di tutto ciò di cui avete bisogno.
Durante queste feste ho terminato la lettura di “Why love matters. How affection shapes a baby’s brain” Sue Gerhardt e vorrei condividere con voi alcune rifessioni, che per me come persona e cone facilitatore cranio-sacrale upledger, ritengo importanti e consiglio a tutti la lettura di questo interessante libro.
2

Come oramai sappiamo il nostro cervello nasce con infinite possibilità di collegamenti neuronali e ha una elevata plasticità. Durante i primi anni di vita crea i collegamenti nervosi sulla base delle esperienze vissute e dell’interazione col mondo esterno, registra come chi ci circonda reagisce alle situazioni ed emozioni e lo copia, iniziando a creare una griglia di programmazione del sistema nervoso.
Si capisce quindi come mai il rapporto con i genitori o con la tata (o chiunque fa le veci del genitore) gioca il ruolo più importante nella nostra vita! Se poi nel corso della vita queste impostazioni non vengono aggiornate la copia rimane identica. Tuttavia se le informazioni di base sono buone abbiamo buone possibilità di crescere in equilibrio, se invece la base non era equilibrata possiamo avere dei disturbi più o meno gravi del nostro sistema nervoso.
In parole molto semplificate:
se il nostro cervello ha la possibilità di essere stimolato in modo sano può sviluppare infinite sinapsi;
se abbiamo la consapevolezza che nel momento del bisogno ci sarà qualcuno a prendersi cura di noi avremo più fiducia,
se impaiamo come distrarci dalle situzioni di disagio che non possiamo cambiare impariamo a superarle e cavalcarle.
E così via….

Certi che non si può cambiare il passato vi invito a gettare nuovi semi per il futuro. I bambini che non hanno ricevuto amore e un buon sistema di regolazione del sistema nervoso sono i depressi, i bulli, gli associali di oggi.

Se volgliamo migliare il futuro impegnamoci ad essere dei buoni genitori e dei buoni esseri umani per nutrire i semi del futuro con qualità. Miglioriamo la capacità di asolto, di osservare e notare cambiamenti e bisogni del bambino o del prossimo, modellare comportamenti, ristabilire buoni sentimenti attraverso un buon contatto fisico, emotivo e mentale, attraverso un tocco, un sorriso, un modo per esprimere sentimenti e pensieri in parole.

Buon 2014 a tutti!!!