Vivi in armonia! Mantieni corpo e mente, sani e flessibili

IL MOVIMENTO E’ VITA

Con queste parole, già nella Grecia antica, Aristotele intuiva l’importanza del movimento per la salute. Ad oggi la scienza conferma in pieno quello che, all’epoca, era un pensiero pionieristico di una mente superiore.

Dal momento in cui nasciamo l’interazione con il mondo avviene attraverso il movimento, fin dai primi gesti e dalle prime posizioni assunte dal neonato: dapprima, semplici movimenti degli arti da supino, poi la rotazione che gli consente di stare a pancia in giù per iniziare a gattonare, fino ad acquisire la capacità di alzarsi in piedi e camminare. In questa fase neonatale le principali capacità di movimento vengono sviluppate automaticamente, in maniera innata, ed ogni passaggio da una posizione all’altra è dettato dalla conquista di una stabilità del core.
Nell’infanzia, muoversi vuol dire crescere e conoscere il mondo.

In età adolescenziale il movimento assume un ruolo diverso ma comunque di primaria importanza: è fondamentale nella prevenzione dell’obesità e nell’educazione ad uno stile di vita sano, apportando un beneficio in termini di postura corretta e di adeguato sviluppo dell’apparato locomotore (coordinazione, equilibrio, elasticità, resistenza e forza).
Nell’adulto, come per l’adolescente, costituisce una primaria fonte di prevenzione per le malattie metaboliche e cardiovascolari.

Parlando con occhio meno “clinico” possiamo affermare che mantenere un alto livello di attività fisica ci permette di vivere meglio, con più energia e di far fronte alle esigenze della vita quotidiana senza subirle: dalla sveglia che suona al mattino presto all’affrontare una giornata lavorativa pesante.
Diventa ancora più determinante mantenersi in movimento nell’età avanzata, quando essere attivi è vero indice di qualità della vita, e conservare la possibilità di muoversi agevolmente garantisce all’anziano quell’autonomia che costantemente ricerchiamo per tutta la vita. Questo grazie alle stimolazioni neuromuscolari che provengono dall’attività fisica – adattata, chiaramente, all’età e al soggetto – al fine di mantenere forza, resistenza ed equilibrio.

Con questo voglio dire che siamo esseri “progettati per muoverci” ed è quindi nostro compito farlo nel migliore dei modi, perché a guadagnarci siamo solo e soltanto noi.
Pensa al tuo futuro e migliora il tuo presente aumentando il livello di attività giornaliera.
E ricordati che corpo e mente sono la stessa cosa, più mantieni il corpo in movimento più la tua mente sarà in movimento.

Come nel mare tutto scorre e resta limpido, se invece si creano delle pozzanghere ristagnanti si perde lucentezza.

Mantieniti attivo, allena la forza, la mobilità e l’equilibrio e mantieniti giovane e fluido!

Soffri di Lombalgia? Aiutati con Yoga

Dolori Lombari? Scopri come lo Yoga ti può aiutare!
Spesso soffriamo di Lombalgia,può essere che sia capitato anche a te, e in quel caso, cosa fai?

Sapevi che esistono circa 70 tipi diverse di cause di lombalgia, e a volte ci limitano nel vivere a pieno la nostra giornata!

Oltre ai trattamenti da un professionista esperto e alle visite dal tuo medico per verificare la tua condizione, puoi praticare delle semplici posizioni di yoga che ti aiutano a ridare flessibilità alla colonna e a mobilizzare e rinforzare la lombare.

SARDULI- GATTO

SARDULI, la mitica madre delle tigri, rappresenta la flessibilità e la forza

COME SI ESEGUE

– Mettiti carponi a quattro zampe. Le mani aperte come la misura delle spalle e le ginocchia come le anche. La distanza fra le ginocchia e i polsi corrisponde alla lunghezza del busto. Le mani sono rivolte in avanti, i piedi indietro.

– Inspirando, solleva la testa, guardando il cielo e inarcando la schiena verso il basso,In questa fase, rilassai glutei.

– Espirando sollevare la regione sacrale (antiversione bacino), ritrarre l’addominale, incurva la schiena e porta il mento a guardare verso l’ombelico. In questa fase i glutei si stringono.

MANTENIMENTO

L’esercizio si può ripetere più volte. Ti consiglio di fare almeno 10 cicli di respiro. Il respiro deve essere lento

BENEFICI

Aumenta la normale capacità respiratoria. Riduce il mal di schiena, elasticizza la colonna vertebrale, e tonifica i muscoli del busto e gli organi addominali e i nervi spinali. Aiuta in caso di stipsi e tonifica l’apparato riproduttivo.

IL PILASTRO – STAMBHASANA


La posizione allunga l’intero corpo nella sua parte posteriore dal tratto cervicale alle dita dei piedi .

COME SI ESEGUE

-Supini, mento verso lo sterno, colonna vertebrale completamente aderente a terra , spalle a terra , cosce a 90° con l’addome, piedi flessi con la punta dei piedi verso il viso.

-Sollevo entrambe le gambe, respiro lento e profondo.

-Sollevo entrambe le gambe e le braccia verso l’alto, respiro lento e profondo

MANTENIMENTO

Mantieni per 5/10 respiri

BENEFICI

Tonifica le pelvi, tonifica i muscoli delle gambe e della schiena.

IL BAMBINO – BALASANA

COME SI ESEGUE

– Partendo dalla posizione dell’esercizio precedente, distendi le braccia e cerca di toccare il suolo con il mento. Poi vai a sederti sui talloni e rilassa il corpo. Porta il respiro sopratutto nella zona lombare.

MANTENIMENTO

Mantieni la fase di trazione continuando a respirare profondamente. Almeno 10 respiri, e puoi tenerla quanto vuoi.

BENEFICI

E’ utile per la colonna vertebrale, per l’artrosi e per il mal di schiena. Rilassa la schiena stanca, tonifica gli organi addominali interni, toglie dolori alla testa e all’addome.

Buona Pratica.

Per saperne di più contattami.

Puoi scrivermi un’email a info@olis.bio o chiamarmi 338 568 2362 Stefania